ATTENZIONE: se mangi il salmone devi assolutamente leggere questo...

di Mike Geary, Nutrizionista Certificato
& Cat Ebeling, RN, BSN – coautori:
La Cucina Brucia Grassi

farmed fish vs wild fishIl pesce è considerato da tutti un alimento salutare e fondamentale in goni dieta, ma ben poche persone sanno che la maggior parte del pesce che mangiamo è pesce d’allevamento e che, quindi, non è molto diverso che mangiare un Big Mac. Sia dal punto di vista nutrizionale che da quello ecologico, i pesci d’allevamento sono di molto inferiori alla loro controparte selvatica:

  • Nonostante sia molto più grasso, il pesce d’allevamento fornisce meno acidi grassi benefici omega 3 rispetto al pesce selvatico.
  • A causa della condizione "feedlot" dell’acquicoltura (si utilizza uno spazio esterno o interno ristretto per allevare centinaia o migliaia di pesci in questo caso), i pesci d’allevamento sono immersi nell’acqua con tantissimi antibiotici ed esposti a più prodotti chimici dei loro parenti selvatici.
  • Ai salmoni d’allevamento, viene messa nel cibo una particolare tinta colore rosso salmone, senza la quale, la loro carne sarebbe di un colore grigio, davvero poco appetitoso.
  • L’acquacoltura inoltre aumenta il numero delle preoccupazioni ecologiche, la più importante delle quali è il suo impatto negativo sul salmone selvatico. Ti basta sapere che recentemente è stato scoperto un particolare pidocchio di mare tipico degli allevamenti, che uccide fino al 95% del salmone selvatico giovane che migra vicino a questi stabilimenti.

Differenze nutrizionali fra pesce d’allevamento e pesce selvatico:

Il pesce d’allevamento ha un alto contenuto di grasso. Non è una cosa molto sorprendente, dato che il pesce d’allevamento non passa la vita nuotando vigorosamente per le acque fredde degli oceani o saltando sulle correnti instabili come la sua controparte selvatica. Sono una versione marina dei pantofolai! Questi pesci girano pigramente in posti pieni di loro simili, ammassati gli uni sugli altri, ingrassando con cibo tutt’altro che naturale, fatto di chicchi a base di grano. È un paragone molto simile al manzo in commercio nutrito con grano vs. il manzo libero di muoversi nutrito con erba.

In tutte le specie valutate dall’USDA, è stato riscontrato che il pesce d’allevamento contiene più grasso della sua controparte selvatica. Per la trota arcobaleno, la differenza di grasso è abbastanza piccola, mentre il pesce gatto d’allevamento ha quasi 5 volte più grasso del pesce gatto selvatico. Il salmone Coho d’allevamento ha circa 3 volte più grasso dell’esemplare selvatico.

Tuttavia, il grasso non è il vero problema -- dopo tutto, anche il pesce selvatico grasso è buono… molte persone assumono addirittura l’olio di pesce, per i suoi grandi benefici per la salute.

Il vero problema è che il pesce d’allevamento contiene molti più acidi grassi omega 6 infiammatori, con un conseguente squilibrio tra acidi grassi omega 6 e omega 3. Nei tre tipi di pesci di cui abbiamo parlato prima, la quantità di grassi omega 6 è decisamente più alta nei pesci d’allevamento rispetto ai pesci selvatici. Il totale di tutti i tipi di grassi omega 6 trovati nei pesci d’allevamento è almeno il doppio del livello trovato nei pesci selvatici.

Come standard generale, indipendentemente dalla specie, il pesce d’allevamento avrà il 10-30% di grasso (e saranno per lo più grassi omega 6 che tu già assumi in abbondanza) e di calorie in più rispetto al pesce selvatico pescato.

Il grasso del salmone d’allevamento contiene pochissimi acidi grassi salutari omega 3 rispetto al grasso del salmone selvatico.

Malattie e parassiti, che normalmente esistono in livelli relativamente bassi nel pesce che vive libero negli oceani, dilagano molto velocemente e abbondantemente tra i pesci che vivono stipati nei feedlot oceanici. Per poter sopravvivere, questi pesci d’allevamento vengono vaccinati da piccolissimi. Poi vengono imbottiti di antibiotici e di pesticidi per scongiurare ogni infezione.

I pidocchi di mare, in particolare, sono uno dei problemi peggiori. Gli allevatori di salmone aumentano i pesticidi nel cibo non appena vedono un minimo segno d’attacco.

Alcuni scienziati americani sono molto preoccupati dei risultati di due studi: entrambi dimostrano che il salmone d’allevamento accumula molto più PCB (che causa cancro e malattie congenite) e diossine velenose del salmone selvatico.

I test effettuati sul salmone d’allevamento che viene venduto nei negozi hanno riscontrato livelli di PCB 16 volte superioririspetto al salmone selvatico, 4 volte superiore ai livelli del manzo in commercio, e 3,5 volte superiore ai livelli di altri frutti di mare. La maggior parte di queste tossine si deposita nel grasso del pesce, quindi indovina cosa stai ingerendo quando mangi pesce d’allevamento?!

Al salmone d’allevamento di solito viene aggiunto del colorante per migliorare l’aspetto del prodotto. Però, devi ammettere che anche con il colorante, non sembra mai buono come il salmone selvatico. Inoltre è stato recentemente documentato che questi coloranti sono agenti portatori di cancro. Questi coloranti hanno zero vantaggi per la salute e non hanno altro scopo che ingannarti, come consumatore, facendoti pensare che il prodotto sia naturale, sia per l’aspetto che per il sapore… Non crederci!

L’acquacoltura danneggia molto anche l’ambiente circostante. Il pesce consuma grosse quantità di pillole di proteine altamente concentrate e questo crea un pasticcio terribile.

Il cibo che i pesci non mangiano copre il fondo dell’oceano sotto queste colture, e crea un terreno molto fertile per i batteri, che consumano ossigeno vitale per i crostacei e per altre creature marine che abitano i fondali. Un salmone d’allevamento di media grandezza produce una quantità di escrementi equivalente alle acque di scolo di una città di 10.000 abitanti. Pensaci la prossima volta che nuoti nell’oceano!

Fino a qualche decennio fa, il pesce era una rarità nei menù standard negli USA e in molti altri paesi del mondo. Oggi è una portata comune nelle case dei consumatori. L’anno scorso, il salmone fu il pesce maggiormente usato per i “bastoncini” e si classificò al terzo posto fra gli alimenti di mare più popolari nella dieta americana (dopo il tonno e il gambero). L’aumento del consumo è stato possibile grazie all’esplosivo aumento degli allevamenti di salmone, un sistema industriale che produce pesce in vaste quantità a un prezzo molto più basso del salmone selvatico.

Nonostante sia considerata “salutare“, la maggior parte della tilapia venduta nei ristoranti e nei negozi è cresciuta in un allevamento, e quindi non è la più salutare delle scelte.

Più della metà del pesce venduto nei supermarket, nelle pescherie e nei ristoranti è cresciuto in allevamenti affollati ad alta densità, gestiti e messi sul mercato dall’industria dell’allevamento del pesce. Questi pesci sono mangiati da più di un quarto di tutti gli adulti americani e gli esperti prevedono che la crescita esponenziale dell’industria dell’allevamento del pesce continuerà ancora. Nonostante appaia come una delle scelte più salutari, mangiare pesce d’allevamento è in realtà tanto nocivo quanto mangiare un burger di manzo nutrito con grano al fast food.

Ormai avrai capito che mangiare pesce selvatico è la scelta migliore che puoi fare. E’ comunque una buona idea cercare di limitare il consumo dei pesci che sono più in alto nella catena alimentare (come tonno, pesce spada, squalo, spigola, pesce azzurro, etc) a causa degli alti livelli di mercurio che questi pesci contengono. I pesci che sono più in basso nella catena alimentare come sardina, aringa, pesce luna, e perfino trota e salmone hanno livelli di mercurio più bassi e non sono così preoccupanti.

Attenzione: è estremamente importante per le donne incinte parlare con il proprio dottore dell’apporto di pesce.

Se ti è piaciuto l’argomento di oggi, sappi che è solo un esempio delle dozzine di argomenti sulla nutrizione di cui parliamo nel nostro programma -- La Cucina Brucia Grassi

Sentiti libero di condividere questo articolo con i tuoi amici e la tua famiglia.

 

Altri articoli molto popolari su La Verità Sugli Addominali Scolpiti:

Il condimento che non devi mangiare MAI (e una valida alternetiva)

Stai mangiando anche tu quel tossico pesce d'allevamento?

La VERITA' sugli oli da cucina - non farti ingannare da questi oli "sani"

 

Se non sei ancora iscritto alla mia newsletter GRATIS "I Segreti per Avere un Corpo Magro e Tonico", iscriviti qui sotto per essere sicuro di non perdere nessuna delle mie deliziose ricette brucia-grassi, i miei fantastici allenamenti, la motivazione e tanto altro ancora: 

 

Consigli gratuiti per bruciare il grasso della pancia e mangiare sano

  • Scopri i 12 migliori cibi brucia-grassi di cui non immaginavi l'esistenza
  • Gli esercizi che bruciano più grasso del cardio
  • e molto altro ancora...

 

 

 

  Sorprendenti alimenti che bruciano il grasso addominale?