Il latte di soia, le proteine di soia, il tofu e gli altri cibi a base di soia ti fanno bene? O ti fanno ingrassare e compromettono la tua salute?

Ecco alcuni dei possibili pericoli e degli effetti negativi sulla salute se mangi troppa soia – La soia può farti accumulare il grasso sulla pancia e finachi?

Ho voluto creare questo articolo, perché ogni giorno vedo così tante persone che non si rendono conto che la soia NON È UN CIBO SALUTARE! La maggior parte delle persone sono state ingannate e fuorviate da pubblicità che presentano le proteine ​​di soia, il latte di soia, l’olio di soia e i cibi trasformati a base di soia come prodotti "sani" e "dietetici"...quando invece la verità è che la soia ha molti anti-nutrienti e fattori negativi per il corpo di cui dovremmo preoccuparci.

Devi sapere che ci sono prove scientifiche che i cibi a base di soia potrebbero anche AUMENTARE IL GRASSO DEL TUO STOMACO, se mangi troppa soia o la mangi troppo spesso.

Leggi questo articolo fino alla fine e scoprirai alcuni fatti inquietanti sulla soia.

-Mike Geary, Personal Trainer Qualificato e Specialista Qualificato della Nutrizione
Autore di:
La Verità sugli Addominali Scolpiti & I migliori 101 cibi che COMBATTONO l’invecchiamento

 

Il lato oscuro della soia

di Catherine Ebeling - RN, BSN
co-autrice di:
La cucina brucia grassi & I migliori 101 cibi che COMBATTONO l’invecchiamento

Solo fino a pochi decenni fa, nessuno mangiava i cibi a base di soia non fermentata, nemmeno in Asia. In seguito, però, ci è stato fatto credere che i cibi a base di soia non fermentata, come il latte di soia e le proteine ​​di soia, sono in qualche modo "cibi salutari". Se solo sapessero la verità!

La soia non è stata utilizzata come cibo fino alla scoperta delle tecniche di fermentazione, durante la dinastia Chou. I primi cibi a base di soia furono prodotti fermentati come il tempeh, il nattō, il miso e la salsa di soia.

In un secondo momento, forse nel II secolo a.C., gli scienziati cinesi scoprirono che una purea di soia cotta precipitando con il solfato di calcio o il solfato di magnesio (gesso o sale inglese) creava un caglio liscio e di colore pallido: il tofu, o formaggio di soia . L'uso di prodotti di soia fermentati e precipitati presto si diffuse in altre parti d'Oriente, in particolare in Giappone e in Indonesia.

I composti inibitori della crescita vengono neutralizzati ​​durante il processo di fermentazione, per cui una volta che i cinesi scoprirono come fermentare la soia, iniziarono ad aggiungere gli alimenti a base di soia nella loro dieta.

I cinesi non hanno MAI mangiato grandi quantità di alimenti a base di soia non fermentata o latte di soia.

I cinesi non mangiavano soia non-fermentata perché avevano altri legumi come le lenticchie e perché la soia contiene grandi quantità di tossine naturali o "antinutrienti". Primi fra tutti ci sono dei potenti inibitori di enzimi che bloccano l'azione della tripsina e di altri enzimi essenziali per la digestione delle proteine.

Questi inibitori sono proteine ​​complesse, fortemente ripiegate, che non vengono completamente disattivate ​​durante la normale cottura. Possono produrre gravi disturbi gastrici, una digestione ridotta delle proteine e insufficienze croniche nell’assorbimento degli amminoacidi. Negli animali da laboratorio, le diete ad alto contenuto di inibitori della tripsina hanno causato l’ingrandimento e altre condizioni patologiche del pancreas, compreso il cancro.

La soia contiene anche emoagglutinina, una sostanza che favorisce la formazione di coaguli e fa in modo che i globuli rossi del sangue si raggruppino insieme. Gli inibitori della tripsina e l’emoagglutinina sono inibitori della crescita. I ratti svezzati nutriti con soia che presentano tali antinutrienti non riescono a crescere normalmente.

La soia contiene anche goitrogeni, sostanze che inibiscono la funzione tiroidea.

Sebbene da oltre 60 anni la soia sia nota per sopprimere la funzione tiroidea, e anche se gli scienziati hanno identificato il componente goitrogeno della soia nei cosiddetti isoflavoni "benefici", l'industria continua a sostenere che la soia inibisce la funzione tiroidea solo in assenza di iodio.

L'Università dell’Alabama a Birmingham riporta un caso in cui il consumo di un integratore alimentare di proteine ​​di soia ha ridotto l'assorbimento della tiroxina. Il paziente aveva subito un intervento chirurgico alla tiroide e aveva bisogno di assumere ormoni tiroidei. Si è visto che quando consumava soia aveva bisogno di dosi di ormoni tiroidei superiori per via orale - aveva presumibilmente usato il sale iodato per cui l’assunzione di iodio non aveva impedito gli effetti dei goitrogeni della soia.

Una grande percentuale di soia è geneticamente modificata e ha anche una delle più alte percentuali di contaminazione da pesticidi rispetto a qualsiasi altro cibo.

La soia è ricca di acido fitico, presente nella crusca o nella cuticola di tutti i semi. L'acido fitico è una sostanza che può bloccare l'assorbimento di minerali essenziali come calcio, magnesio, rame, ferro, e specialmente zinco, nel tratto intestinale.

La soia ha un livello di fitati più elevato di qualsiasi altro cereale o legume che sia mai stato studiato, e i fitati presenti nella soia sono estremamente resistenti alle tecniche normalmente usate per ridurli, come la lunga e lenta cottura. Solo un lungo periodo di fermentazione riduce significativamente il contenuto di fitati della soia.

Quando i prodotti della soia precipitati, come il tofu, vengono consumati con della carne l’effetto di bloccare l’assimilazione dei minerali, normalmente causato dai fitati, è ridotto. I giapponesi mangiano tradizionalmente una piccola quantità di tofu o miso come ingrediente di un brodo di pesce ricco di minerali, seguito da una porzione di carne o pesce.

Le persone che sostituiscono la carne con il tofu o il caglio di fagioli possono avere gravi carenze di minerali.

I vegetariani che consumano tofu e caglio di fagioli come sostituti della carne e dei latticini rischiano gravi carenze di minerali. Gli effetti della carenza di calcio, magnesio e ferro sono ben noti; quelli dello zinco sono meno conosciuti, ma sono altrettanto negativi. È molto più sano mangiare carne, formaggio e burro di animali nutriti con erba, tutti ad alto contenuto di nutrienti e ricchi di proteine.

Lo zinco è chiamato il minerale dell’intelligenza perché è necessario per lo sviluppo e il funzionamento ottimale del cervello e del sistema nervoso. Gioca un ruolo importante nella sintesi delle proteine ​​e nella formazione del collagene; è coinvolto nei meccanismi di controllo dei livelli di glicemia ed in questo modo protegge dal diabete; inoltre è necessario per un sistema riproduttivo sano. La carne di manzo biologica è ricca di questo nutriente importante, a differenza della soia.

Le aziende della lavorazione industriale della soia si sono impegnate per cercare di eliminare questi antinutrienti dal prodotto finito, in particolare la proteina ​​di soia isolata (SPI), che è l'ingrediente chiave nella maggior parte dei cibi a base di soia che imitano la carne e i latticini, includendo i preparati per bambini e alcune marche di latte di soia.

La proteina isolate della soia sono un alimento prodotto artificialmente e non è né naturale né sano!

L’SPI non è qualcosa che puoi preparare nella tua cucina. La produzione avviene in stabilimenti industriali in cui un impasto liquido di soia viene prima miscelato con una soluzione alcalina per estrarre le fibre, quindi, fatto precipitato e separato mediante un lavaggio acido ed infine neutralizzato in una soluzione alcalina.

Il lavaggio acido in serbatoi di alluminio immette alti livelli di alluminio nel prodotto finale. I cagli risultanti sono vaporizzati ed essiccati ad alte temperature per produrre una polvere ad alto contenuto di proteine. Per finire il fagiolo di soia è il trattamento di estrusione ad alta pressione e alta temperatura delle proteine di soia isolate per produrre proteine tissutali vegetali (TVP).

I nitriti, che sono potenti agenti cancerogeni, si formano durante l’essiccamento delle particelle vaporizzate mentre durante il processo di alcalinizzazione si forma una tossina chiamata lisinoalanina.

Negli esperimenti di alimentazione, l'uso di SPI aumentava i requisiti per le vitamine E, K, D e B12 e creava sintomi da carenza di calcio, magnesio, manganese, molibdeno, rame, ferro e zinco. L'acido fitico rimanendo in questi prodotti di soia inibisce notevolmente l'assorbimento di zinco e ferro; animali da laboratorio nutriti con SPI hanno sviluppato organi ingrossati, in particolare il pancreas e la tiroide, e un maggiore accumulo di acidi grassi nel fegato.

Tuttavia, le proteine di soia isolate e le proteine tissutali vegetali (TVP) sono ampiamente utilizzate nei programmi di refezione scolastica, nei prodotti commerciali da forno, nelle bevande dietetiche e nei prodotti dei fast food. Sono fortemente promosse nei paesi del terzo mondo e costituiscono la base di molti programmi di raccolte di prodotti alimentari.

Le proteine della soia isolate una volta erano considerate un prodotto di scarto. (Prima di scoprire che potevano fare soldi promuovendole come cibo salutare!)

I progressi della tecnologia hanno reso possibile la produzione delle proteine ​​della soia isolate da quello che una volta era considerato un prodotto di scarto - la soia ad alto contenuto di proteine e priva di grassi - per poi trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati dagli esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato la proteina di soia isolata da brutto anatroccolo dei cibi trasformati ad un cigno della New Age.

"Il modo più rapido perché un prodotto venga accettato in una società ora meno consumistica", ha detto un portavoce di un’azienda, "è far si che il prodotto venga consumato per i suoi benefici nelle fasce più ricche della società". Per cui oggi la soia è venduta al consumatore più agiato, non come un cibo povero a buon mercato, ma come una sostanza miracolosa che previene l’insorgenza delle malattie cardiache e il cancro, elimina le vampate di calore, aiuta a costruire ossa forti e ci mantiene giovani per sempre. O almeno così vogliono farti credere!

La competizione – la carne, il latte, il formaggio, il burro e le uova – è stata debitamente demonizzata dagli organi governativi competenti. La soia sostituirà la carne e il latte per una nuova generazione di vegetariani.

L'industria della soia si è rivolta alla Norman Robert Associates, un’agenzia di pubbliche relazioni, per aggiungere più prodotti a base di soia nei menu scolastici. L'USDA ha risposto proponendo di togliere il limite del 30% di prodotti a base di soia nelle mense scolastiche.

Il programma “NuMenu” permetterebbe un uso illimitato della soia nei pasti degli studenti. Aggiungendo la soia ad hamburger, tacos e lasagne, i dietologi possono mantenere senza difficoltà il contenuto totale di grassi sotto il 30% delle calorie, conformandosi così agli ordini del governo. Con i prodotti alimentari a base di soia, gli studenti ricevono più nutrienti e meno colesterolo e grassi, o almeno è quello che dice l'industria della soia. Ora sappiamo che si tratta di un'aggiunta negativa, piuttosto che positiva, al loro regime alimentare.

Ti hanno ingannato facendoti credere che il latte di soia è sano.

Negli Stati Uniti il latte di soia ha procurato i guadagni più elevati, spiccando il volo da 2 milioni di dollari nel 1980 a 300 milioni di dollari l'anno scorso. I recenti progressi nella lavorazione della soia hanno trasformato quella grigia, sottile e amara bevanda asiatica che sa di fagioli in un prodotto accettato anche dai consumatori occidentali, una bevanda che sembra un frullato, ma senza il "senso di colpa”...essi sostengono.

La strada lunga e difficile per l'approvazione da parte della FDA ha effettivamente preso una piega inaspettata. La Protein Technology International ha richiesto un'indicazione degli effetti sulla salute degli isoflavoni, i composti simili agli estrogeni trovati in abbondanza nella soia, in risposta alle affermazioni che “solo le proteine ​​di soia che sono state elaborate in maniera tale da conservare gli isoflavoni porteranno ad una riduzione del colesterolo”.

Nel 1998, la FDA ha fatto una mossa senza precedenti, riscrivendo la petizione della PTI, eliminando ogni riferimento ai fitoestrogeni e sostituendo un reclamo per le proteine ​​di soia - una mossa che era in diretta contraddizione con le norme dell'agenzia. La FDA è autorizzata ad prendere delle decisioni solo sulle prescrizioni presentate dalle petizione.

Gli isoflavoni di soia sono tossici in realtà?

Il brusco cambiamento di direzione senza dubbio è dovuto al fatto che un certo numero di ricercatori, tra cui scienziati che lavorano per il governo degli Stati Uniti, hanno presentato documenti che indicano che gli isoflavoni sono tossici.

La FDA ha anche ricevuto, all'inizio del 1998, la relazione finale del governo britannico sui fito-estrogeni, che non è riuscito a trovare molte prove a favore ed ha messo in guardia contro i possibili effetti negativi di queste sostanze.

Anche con la modifica delle proteine di soia isolate, i burocrati della FDA impegnati nel processo di approvazione sono stati costretti ad affrontare le preoccupazioni sugli effetti di blocco dei minerali, inibitori enzimatici, goitrogenici, alterazione del sistema endocrino, problemi riproduttivi e sulle maggiori reazioni allergiche derivanti dal consumo di prodotti di soia.

Una delle lettere di protesta più forti arrivò dal Dr Dan Sheehan e dal Dr Daniel Doerge, ricercatori governativi presso il Centro Nazionale per la Ricerca Tossicologica. Tuttavia, le loro richieste per le etichette di avvertimento sono state respinte in quanto considerate ingiustificate.

La ricerca che collega la soia agli effetti positivi sui livelli di colesterolo è incredibilmente immatura, ha detto Ronald M. Krauss, MD, capo del Programma di Ricerca Medica Molecolare e del Laboratorio Nazionale Lawrence Berkeley. Avrebbe potuto aggiungere che gli studi in cui i livelli di colesterolo sono risultati ridotti sia con la dieta che con i farmaci hanno sempre portato ad un maggior numero di morti nei gruppi di trattamento rispetto ai controlli - morti per ictus, cancro, disturbi intestinali, incidenti e suicidi.

Negli Stati Uniti le misure per ridurre il colesterolo hanno alimentato un’industria anti-colesterolo da 60 miliardi di dollari all’anno, ma non ci hanno salvato dalle devastazioni della malattia del cuore.

I rischi per la salute della soia stanno finalmente diventando noti ai media.

I media non solo hanno messo in discussione i benefici per la salute della soia, ma ora stanno anche iniziando a riportare i rischi. Nel mese di luglio, il Ministero della Salute israeliano ha avvertito che i bambini non dovrebbero più mangiare soia, e comunque non dovrebbero mangiare soia più di una volta al giorno, fino ad un massimo di tre volte alla settimana, e che gli adulti devono stare attenti per l’aumento del rischio di cancro al seno e gli effetti negativi sulla fertilità.

Il Ministero ha basato le sue affermazioni sulle conclusioni raggiunte da una commissione di 13 membri di nutrizionisti, oncologi, pediatri e altri specialisti che hanno passato più di un anno esaminando le prove. Alla fine hanno concluso che gli ormoni vegetali simili agli estrogeni presenti nella soia possono causare effetti negativi sul corpo umano e hanno esortato i consumatori a ridurre al minimo il consumo di cibi a base di soia fino a quando non sarà dimostrato che la soia è assolutamente sana.

La soia potenzialmente può distruggere l’apparato digerente, il sistema immunitario e il sistema neuroendocrino del corpo umano e contribuisce all’aumento dell’infertilità, all'ipotiroidismo e ad alcuni tipi di cancro, tra cui il cancro alla tiroide e i tumori pancreatici.

La soia è anche altamente allergenica. La maggior parte degli esperti ora mette le proteine ​​della soia tra i primi otto allergeni fra tutti gli alimenti, alcuni tra i primi sei o addirittura tra i primi quattro. Le reazioni allergiche alla soia sono sempre più comuni e possono essere lievi ma possono anche mettere in pericolo la vita (sono stati segnalati anche alcuni decessi).

La gente sta finalmente iniziando a capire che la soia NON è un alimento salutare miracoloso, e sempre più scienziati esperti stanno pubblicando avvertimenti sugli effetti della soia.

Spero che questo articolo ti abbia convinto a cercare di ridurre o eliminare il consumo di alimenti a base di soia, latte di soia o proteine ​​di soia. La soia fermentata, come nel caso del tempeh, il nattō e il miso, va bene se consumata occasionalmente e con moderazione.

di Catherine Ebeling - RN, BSN
co-autrice di:
La cucina brucia grassi & I migliori 101 cibi che COMBATTONO l’invecchiamento

 

Articoli popolari:

5 passi per apparire più giovane - NOVITA'

3 cibi "sani" che devi smettere di mangiare subito

Uova intere o solo albumi? Cosa devi mangiare per dimagrire?

Come dimagrire velocemente - home page

Se non sei ancora iscritto alla mia newsletter GRATIS "I Segreti per Avere un Corpo Magro e Tonico", iscriviti qui sotto per essere sicuro di non perdere nessuna delle mie deliziose ricette brucia-grassi, i miei fantastici allenamenti, la motivazione e tanto altro ancora: 

Consigli gratuiti per bruciare il grasso della pancia e mangiare sano

  • Scopri i 12 migliori cibi brucia-grassi di cui non immaginavi l'esistenza
  • Gli esercizi che bruciano più grasso del cardio
  • e molto altro ancora...

 

Se ancora non hai una copia del nostro programma La cucina brucia grassi, dai un’occhiata alla nostra esclusiva dieta che elimina la tua voglia di cibo spazzatura e aumenta il tuo metabolismo.