L’esposizione solare è davvero "Mortalmente Pericolosa" come i media vorrebbero farti credere? O la luce del sole può darti un corpo e una salute migliori?

 

the life-giving sun-i raggi del sole sono “mortali” o “salutari”?


Nel corso degli anni mi sono ritrovato ad ascoltare spesso una cosa che per me non ha mai avuto senso: i media e altre fonti d’informazione hanno sempre provato a dipingere l’esposizione solare come "una cosa mortalmente pericolosa". È come se volessero farti credere che dobbiamo vivere nelle caverne e non vedere mai la luce del sole per prevenire il cancro e stare in buona salute.

Ma, se ti farmi un attimo a pensarci, questo è totalmente assurdo… il sole è proprio ciò che permette la vita sulla Terra do ogni creatura, animale o vegetale che sia. Senza il sole, tutto sulla Terra morirebbe.

Fin dai tempi antichi (a eccezione degli ultimi pochi decenni), gli umani hanno sempre passato la maggior parte del tempo all’aperto e non al chiuso. Al giorno d’oggi, tuttavia, molti di noi sono intrappolati negli uffici per tutta la settimana e possono uscire al sole solo per poche ora, se ammesso che ci riescano.

Da un paio d’anni sto leggendo molto e sto facendo un sacco di ricerche sull’esposizione solare, sul cancro, sui livelli di vitamina D, etc. Quest’argomento del sole e della produzione naturale di vitamina D può riempire interi libri, perciò proverò a riassumere le mie opinioni e spiegarti cosa ho imparato negli ultimi anni attraverso molte delle mie letture.

Non preoccuparti, so benissimo che una sovraesposizione al sole PUÒ causare problemi, incluso il cancro… ma bisogna considerare il fatto che anche una sottoesposizione al sole può provocare dei problemi.

Consideriamo pochi punti:

1. La NON regolare esposizione al sole è fra le maggiori cause di danno alla pelle e aumenta il rischio di cancro… Pensa alla tipica persona che siede in ufficio tutta la settimana senza vedere mai il sole, e poi mettila stesa su un lettino sulla spiaggia per un fine settimana…si friggerà come una patatina fritta! ECCO come avviene il danno.

2. Le regolari esposizioni al sole di piccola consistenza (senza bruciarsi) in realtà hanno un effetto protettivo sulla pelle, aumentano i livelli della salutare vitamina D nel corpo, e possono anche migliorare l’umore e aiutare contro la depressione. La pigmentazione della pelle di ogni individuo determina quanto ci si può esporre al sole senza correre nessun rischio.

Per esempio, a una persona con una bella pelle bianca, con lontane radici dell’estremo nord, potrebbero bastare solo 10-15 minuti di esposizione durante le ore più calde per danneggiarsi. Invece, qualcuno con una pelle più scura e con radici più vicine all’equatore potrebbe stare giorni interi esposto al sole senza danneggiarsi minimamente.

3. IPiccole dosi regolari di raggi solari aumentano i livello di vitamina D, che può in realtà diminuire il rischio di cancro. È stato dimostrato che la vitamina D ha un effetto protettivo nel corpo che si attua tramite vari processi.

4. Questo punto è molto interessante e merita una riflessione – Secondo il Dr William Grant, ricercatore che ha condotto moltissimi studi proprio sulla vitamina D, la percentuale dei malati di cancro fra coloro che vivono ad alte latitudini (estremo nord), come in Islanda, è approssimativamente 4 VOLTE superiore alla percentuale di coloro che vivono a latitudini più basse (più vicino all’equatore), come nei tropici. 

Hmm…eppure le persone che vivono ai tropici sono esposti ai cosiddetti "raggi solari mortali" per MOLTO più tempo delle persone che vivono in Islanda… allora perché questi dati? Semplice! Perché le persone che vivono ai tropici, stando più tempo esposti al sole, producono livelli molto più alti della protettiva vitamina D.

5. La vitamina D è prodotta da un ormone presente nel nostro corpo, regola centinaia di processi ed è il COMPONENTE PIÙ importante di quasi ogni singolo aspetto della nostra salute, fra quelli che la maggior parte della gente conosce. È stato dimostrato che grazie alla regolarizzazione di così tanti processi ormonali nel nostro corpo attribuibile alla vitamina D, produrre abbastanza vitamina D può anche aiutare notevolmente la perdita di grasso, la costruzione della muscolatura e il controllo dello zucchero nel sangue.

6.È difficile ottenere una quantità sufficiente di vitamina D solo tramite le diete (tuorli d’uovo, carne e pesce grasso sono buone fonti, ma ancora relativamente piccole). La risorsa migliore di vitamina D è quella che produciamo nel nostro corpo grazie a moderate e regolari esposizioni al sole. È di vitale importanza notare che i raggi UV-B sono gli unici abbastanza forti da innescare la produzione di vitamina D nel corpo nelle ore che vanno approssimativamente dalle 10am alle 3pm. Certo, queste sono le ore in cui gli ineducati "esperti della salute" ti dicono erroneamente di stare lontano dal sole.

I raggi UV-B non sono abbastanza forti nelle prime ore della mattina o nel tardo pomeriggio da innescare la produzione di vitamina D, quindi devi esporre il tuo corpo al sole per piccoli periodi di tempo (10-30 minuti, dipende dalla pigmentazione della pelle) a metà giornata per trarre vantaggio dalla produzione di vitamina D.

7.Una dieta ricca di antiossidanti può aiutare a proteggere la pelle dai danni dei raggi solari. Questo significa che prendendo molti antiossidanti da cose come i tè (verde, nero, bianco, rooibos, yerba mate, camomilla, etc), bacche varie, frutta, verdura, frutta secca, olio d’oliva, etc, etc puoi aiutare la tua pelle a proteggersi.

8.Ecco un altro punto che prova che la poca esposizione al sole è la maggiore causa di danno e non le piccole dosi di sole…Le percentuali di cancro alla pelle sono tipicamente più alte nelle aree del corpo che vengono esposte al sole in modo irregolare e occasionalmente si scottano, al contrario delle aree del corpo che hanno ricevuto dosi consistenti di sole per tutta la vita.

Devi sapere che il cancro viene individuato molto spesso sulla schiena e sul petto (posti che prendono il sole in modo irregolare e in più si scottano facilmente) e non sulla nuca o sugli avambracci (che prendono sole consistente in modo regolare nel corso della vita). Ci sono delle eccezioni a tutto, ma questo sembra essere uno standard comune.

9. Gli studi che ho fatto negli ultimi anni indicano che i livelli di cancro alla pelle sono più alti fra coloro che lavorano in ufficio rispetto a coloro che lavorano all’aperto. Questo è anche un altro trend interessante…che sostiene perfettamente la conclusione che essere sottoesposti alla luce del sole per troppo tempo (lavorando in un ufficio per tutta la settimana) e poi avere una sovraesposizione al sole non frequente è una situazione molto più problematica che esporsi al sole tutti i giorni.

Certo, chi lavora in un ufficio può sempre evitare questo problema uscendo durante la pausa quotidiana di 10-20 minuti a prendere quelle piccole protettive dosi quotidiane di sole di cui abbiamo parlato.

10. Pensa a questo problema in termini spiccioli – ti senti dannatamente meglio quando trascorri 20-30 minuti al sole o quando stai chiuso in quell’ufficio?

Qual è la cosa migliore da fare, minimizzando il rischio di una sovraesposizione al sole?

a. Durante l’inverno nelle latitudini più al nord (approssimativamente sopra le latitudini della Carolina del Sud negli Stati Uniti) la quantità di vitamina D può scendere a livelli pericolosamente bassi se rimani per molti mesi senza prendere il sole. In inverno, poiché il tuo corpo non produce abbastanza vitamina D, hai bisogno di essere sicuro di aumentarne l’apporto con la dieta… come ho detto, il pesce grasso, i tuorli d'uovo, le carni degli organi sono alcune delle migliori fonti dietetiche di vitamina D, anche se da sole non bastano per aumentare di molto i livelli di vitamina nel tuo corpo.

Mi piace prendere ogni giorno una piccola quantità di olio di fegato di merluzzo nei mesi più freddi dell’inverno, per assicurarmi che i miei livelli di vitamina D non si abbassino troppo. Devi stare attento a non prendere troppo olio di fegato di merluzzo perchè può causarti overdosi di vitamina A.

b. In primavera, prova a cominciare a esporti al sole per brevi periodi di 10-15 minuti al giorno (non solo mani e viso). Più superficie cutanea è esposta al sole, più vitamina D viene prodotta dal tuo corpo. Assicurati di NON scottarti MAI! Piccole dosi graduali di sole quasi quotidiane su gran parte del corpo ti aiutano a produrre livelli molto vantaggiosi e benefici di Vitamina D.

c. Evita lunghi periodi di sovraesposizione al sole per gran parte del corpo... Se hai intenzione di stare all’aperto molte ore o l’intera giornata, assicurati di coprirti in modo appropriato (in base alla pigmentazione della pelle e alla sensibilità individuale) per prevenire scottature e danni alla pelle… ricorda che stiamo parlando di piccole dosi regolari di sole, non di intere giornate all’aperto senza coprirti minimamente (questo non è benefico!).

Attenzione ai filtri solari:

Sarei cauto sul fidarmi troppo dei filtri solari a base chimica, poiché la maggior parte dei prodotti chimici usati nei filtri solari sono potenzialmente cancerogeni e si è saputo anche estrogeni (ecco perché la tua pelle li assorbe). Se hai intenzione di usare una lozione protettiva, sei molto più sicuro con una formula naturale a base di ossido di zinco o biossido di titanio… Queste sono creme protettive naturali che non vengono assorbite dalla pelle, ma rimangono sulla superficie cutanea e bloccano i raggi dannosi. C’è una grande differenza con i prodotti chimici che si trovano nella maggior parte dei filtri solari e che la pelle assorbe (benzoni vari, omosalato, etc). Se vuoi leggere di più sui pericoli dei filtri solari chimici, questo articolo ti aiuterà.

d. Fai il pieno di cibi ricchi di antiossidanti come i vari tè, frutta e verdura, bacche, etc per aiutare a prevenire i danni dei radicali liberi e per proteggere la tua pelle.

e. Da ultimo, non sono un dottore, quindi molti punti di questo articolo sono mie opinioni personali, basate su anni di lettura e ricerca. Assicurati di consultare il tuo dottore sulle caratteristiche della tua salute individuale e su come questa si college all’esposizione solare e alla vitamina D.

f. Inoltre assicurati di leggere questo articolo, perché ti mostra l’alimentazione giusta per avere una "protezione solare interna"… potrai stare al sole più a lungo e senza danneggiare la tua pelle!

Sentiti libero di condividere questo articolo con i tuoi amici e la tua famiglia per aiutarli a proteggere la loro salute:

Per la tua salute,

Mike Geary
Nutrizionista Certificato
Personal Trainer Certificato
Autore - La Verità Sugli Addominali Scolpiti

 

Consigli gratuiti per bruciare il grasso della pancia e mangiare sano

  • Scopri i 12 migliori cibi brucia-grassi di cui non immaginavi l'esistenza
  • Gli esercizi che bruciano più grasso del cardio
  • e molto altro ancora...

 

 

Articoli interessanti sul fitness e sull'alimentazione:

3 vitamine dannose per la tua salute

Mangiare cibo spazzatura significa che ti stai accorciando la vita?

I tuoi oli da cucina - un particolare olio salutare che ti sorprenderà